Netanyahu: “niente sanzioni, serve pugno duro„

Benjamin Netanyahu

AGI) – Washington, 4 mar. – L’Iran non ha ancora superato “la linea rossa” che segna la realizzazione di un ordigno atomica, ma ci si sta avvicinando sempre piu’. Lo ha dichiarato il premier israeliano Benjamin Netanyahu in un intervento video all’assemblea dell’Aipac, la lobby ebraica piu’ importante negli Usa. Netanyahu ha aggiunto che le sanzioni internazionali contro l’Iran non hanno funzionate e che pertanto serve una minaccia credibile per fermare il programma nucleare. Non solo.

Secondo il premier israeliano l’Iran sta sfruttando i negoziati con la comunita’ internazionale per “guadagnare tempo.
Da ultimo ha ribadito che gruppo come al Qaeda, Hezbollah stanno cercando di mettere le mani sugli arsenali chimici siriani e che pertanto Usa e Israele hanno un interesse comunque per impedire che cio’ accada.

(AGI) .

Netanyahu non esclude uno piano di sgombero dai territori occupati, ma non intende mettere in pericolo la stabilità dello stato di Israele

In vista dell’attesa visita di Barack Obama nella regione Natanyahu  dichiara di non essere disponibile a rischiare la sicurezza nazionale per la pressione esercitata dagli Stati Uniti per un piano di sgomberi di coloni dai Territori palestinesi.

Il presidente palestinese Abu Mazen – secondo l’edizione online del Jerusalem Post – al segretario di stato Usa, John Kerry ha dichiarato che la ripresa di negoziati di pace e’ frenata dal congelamento degli insediamenti ebraici e dalla liberazione da parte di Israele di detenuti palestinesi. Kerry e Abu Mazen si sono incontrati in Arabia Saudita in vista della visita, prevista fra 2 settimane, di Obama.

Fasi di distensione o semplice effetto dell’imminente visita del “bello e abbronzato” a stelle e striscie?

John Kerry incontra il leader istraeliano proprio il giorno dopo le dichiarazioni-shock di Erdoğan a Vienna sul “sionismo quale crimine contro l’umanità”. Dopo la condanna da parte delle Nazioni Unite, il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale USA, Tommy Vietor, ha definito la dichiarazione di Erdoğan “offensiva e sbagliata”, ritenendo che questa possa nuocere ai rapporti con l’alleato mediterraneo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Unisciti ad altri 122 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: